sabato 21 marzo 09 ore 21                          

Trompe l’oeil, trompe l’oreille
rapsodi gruppo fonografico   

di e con Luca Bombardieri e Tommasi Pippucci regia Claudio Di Palma

Racconti molto brevi in forma di monologo o dialogo, canzoni, poesie di un rigo, pezzi fonetici o mimici, narrazioni che nascono da un gioco di parola (ambiguità fonetica e lessicale), recitate in una forma 'semi-cantata' su musiche scelte da una discografia molto eclettica…In scena, due personaggi variamente impossessati dalla parola, che, ossessionati, non se ne liberano fino a esserne sopraffatti nella lallazione, nel balbettio. Simpatici, comici, ludici, scanzonati e musicali, i Rapsodi recitano, suonano e mimano, smembrando le parole ossessivamente, giocando con testi sentimentali su una figura femminile amata, vagheggiata e canzonata. Afonie impertinenti, tormentoni esilaranti, sintassi irresistibili, precipitose scalate e nervosi assalti ai giochi di una lingua piegata al divertimento più intelligente, per un percorso di teatro a rotta di collo tra parole e gesti in esplosivi contrasti, in un puzzle di microcostruzioni drammaturgiche dell'impossibile.
Gruppo vorticoso e spaesante, i Rapsodi, da veri funamboli della parola, conducono il pubblico con piglio nel curioso e ironico mondo dell’illusionismo linguistico sul filo sottile e ironico di una velata poesia.